lunedì 16 settembre 2013

Il cake un po' per caso

Di ritorno dal mare, domenica, ho visto delle bancarelle di frutta e verdura, mi avvicino e il contadino ammiccante mi dice che sono tutti prodotti coltivati a lotta integrata. Mi conquista subito!
Porto a casa 2 bustone giganti piene di pesche percoche, prugnette e soprattutto albicocche che sempre il famosissimo contadino ha ribattezzato "favolose per fare la marmellata" (e io potevo non cedere a queste lusinghe?!?) 
E quindi oltre alla borsa del mare arrancata su una spalla e zeppa fino all'orlo di bottiglione da 6l d'acqua, telo, pareo, ciabattine, costumi di ricambio, cappello svolazzante da gran figheira, parole crociate di ogni tipo mi sono scarrozzata fino al parcheggio più lontano che ci potesse essere due bustone tipo ultima degli sfollati con qualcosa come 5 kg per parte di frutta fresca.
Bòn, arrivo a casa e vado a lavare le famossissime albicocche "deliziose" da mettere in vasetto.
Non lo avessi mai fatto!
Immerse nell'acqua hanno cominciato a brulicare di vermicelli bianchi!
Fossi stata un pescatore avrei avuto esche di qui a cent'anni!
Di sicuro ci veniva fuori 'na bella marmellata proteica con tutte quelle bestioline! Che schifo!

Insomma per farla breve dei 10kg di frutta ne sono rimasti miseri tre (le pesche e le prugne erano buonissime, almeno quelle) lotta integrata de 'sta cippa! 
I vermicelli la prossima volta li lascio a lui!
In ogni caso fortunatamente 4 barattolini di marmellatina mi sono venuti fuori!  

Cake un po' per caso perchè non volevo farlo, ho DOVUTO cucinarlo per assaggiare la mia marmellatina e quindi sfogliando un vecchio libro di cucina ho scelto lui "a caso" per la sua semplicità e velocità ;)
(Provare per credere!)
E questa bella marmellatina prugnette e cardamomo infatti sta da Dio con questo cake un po' rustico, non troppo dolce e decisamente facilissimo da fare!


Il Cake
200g farina 0
50g farina nera
80g di burro freddo
80g di zucchero
1 uovo
1 bicchiere di latte
mezza bustina di lievito per dolci

Mescolate il lievito alle farine; sbriciolate il burro nelle farine fino a distribuirlo omogeneamente nelle polveri. Aggiungete lo zucchero e mescolate, aggiungete l'uovo intero e poi tano latte quanto basta ad avere una pastella omogenea, densa e non troppo liquida.
Tirando su il mestolo il composto dovrà cadere lentamente, quasi a goccioloni!
Infornare a 180° in forno statico per circa 40/50 minuti.


La Composta di prugne e cardamomo:
500g di prugne denocciolate e tagliate a cubetti
i semini di 3/4 bacche di cardamomo
200g di zucchero (meglio se di canna)
il succo di mezzo limone

Far macerare le prugne con lo zucchero e il succo di limone per una mezz'oretta, poi mettere il tutto in una pentola larga e dal fondo spesso. Portare a bollore e lasciare cuocere per circa 30 minuti. Aggiungere i semini del cardamomo e continuare la cottura per altri 20 minuti circa. Passare al mixer ad immersione. Invasare la composta ancora bollente in vasetti di vetro sterili (fatti bollire per 10 minuti almeno in acqua), chiudere i vasetti e capovolgerli fino al completo raffreddamento degli stessi (così da creare il vuoto all'interno).

1 commento: