domenica 7 novembre 2010

I pasticcini della domenica

Li ho fatti tra ieri sera e stamattina e non ce la facevo ad attendere ancora! Li dovevo assolutamente postare!!!

Generalmente i dolci troppo zuccherosi mi stomacano, il sapore ne viene meno e per le due ore successive mi ritrovo a bere compulsivamente sia perchè lo zucchero mi mette sete, sia perchè mi lascia un retrogusto non troppo piacevole sul palato.

Per i pasticcini, però, è tutto un altro discorso!
In quel poco volume devono racchiudere tutto l'aroma, la dolcezza e il gusto, devono abbracciarmi il palato e il loro sapore deve penetrarmi sottopelle; in poche parole devono soddisfare quel momentaneo bisogno di calore e di conforto che vi ricerco.

Accanto a loro, ovviamente, non può mancare una tazza di caffè o tè bollente per accompagnare con la loro nota amara quel piccolo concentrato di dolcezza.


Questi dolci non so bene come chiamarli, nascono dalla ricetta degli amaretti, ma al posto delle mandorle ho usato le nocciole. Quindi non possono essere chiamati amaretti, nè brutti ma buoni... 
Inoltre non li ho presentati singolarmente, ma a coppie, facendoli aderire con una crema chantilly (o per esattezza diplomatica!) ovvero crema pasticcera mescolata delicatamente con panna montata zuccherata.


Per la meringa alle nocciole:
- 125g di nocciole (io metà pelate metà con ancora la pellicina)
- 125g di zucchero
- 1 albume
- un pizzico di sale
- un cucchiaino raso di caffè per moka o espresso (per dare un tocco diverso!)


Montare a neve ben ferma l'albume aiutandosi con un pizzico di sale (fiordiasle o sale dolce di Cervia). Mi suggeriscono (grazie Pam!) che il sale non si mette :P (ecco la mia gaffe quotidiana ;P)!!! 
In una padellina tostare leggermente le nocciole.
Frullare le nocciole (fredde) con lo zucchero e il cucchiaino di caffè, lasciando le nocciole a pezzettini visibili.
Aggiungere un po' per volta il composto mixato all'albume a neve e continuare a montare con le fruste.
Diporre piccole noci di questa "cremina" su una teglia da forno rivestita di carta da forno e lasciare riposare una notte.


La mattina dopo infornare a 180° per una decina di minuti.
Staccarli delicatamente dalla teglia e lasciarli rafreddare.




Per la crema interna:
- 1 tuorlo
- 125g di latte
- 40g zucchero(anche meno)
- 10g farina
mezzo baccello di vaniglia


- 200 ml di panna fresca da montare


Montare il tuorlo con lo zucchero fino a renderlo un composto spumoso. aggiungere la farina setacciata e continuare a frullare.
In un pentolino far bollire il latte con la vaniglia. Quando bolle spegnere, lasciar intiepidire poi versare a filo, continuando a mescolare, sul composto di uova zucchero e farina.
Si avrà così un composto liquido e spumoso.
Togliere il baccello di vaniglia e versarlo in un pentolino antiaderente; porre il tutto sul fuoco (io ho usato lo spargi fiamme). 
Lasciar cuocere a fuoco medio/basso mescolando spesso fino a che non sarà addensato.
Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.


Montare la panna ben ferma e zuccherarla a piacere (Io non l'ho fatto perchè tra crema e vaniglia mi sembrava troppo stucchevole).
Mescolare a poco a poco la panna alla crema con lenti movimenti dal basso verso l'alto. A mio avviso la quantità di panna da aggiungere è a gusto personale. Fate il test del dito e giudicate a vostro piacimento.


Assemblare i pasticcini unendo con la crema diplomatica due meringhette.
Lasciare in frigo fino al momento di servirli.
Possono essere cosparsi di zucchero a velo o meglio decorati con del cioccolato fondente. Io li ho lasciati "nudi" per gustarne meglio il sapore!




Ambra, son tutti tuoi! :D


48 commenti:

  1. Posso venire a prenderne un paio? E gia' che ci sono ti frego anche quella deliziosissima pinza!

    RispondiElimina
  2. Che belli!!
    E soprattutto....dove hai trovato tutta quella bella "chincaglieria"!??!?!?:O

    RispondiElimina
  3. NOOO. Ieri mattina (mi pare...o forse sabato scorso)ho visto alla prova del cuoco la ricetta degli amaretti e ho pensato "Chissà se si possono fare con le nocciole..."(dato che ho un bustone di nocciole regalate da un'amica di mamma che ha gli alberi) e tu li hai fatti!!!!Certo che siamo un cuore e un'anima!!!

    RispondiElimina
  4. questo è un gioiello! una meravigliosa creazioni, mi spiacerebbe quasi mangiarlo... bravissima! baci Ely

    RispondiElimina
  5. Una pasta di nocciole! Belli davvero belli altro che brutti ma buoni!
    Un colore fine..l'immagine è di una eleganza estrema!
    Brava cicciuzza
    baci

    RispondiElimina
  6. Buoni!...
    Sono in tempo per il tè?..ù
    Baci

    RispondiElimina
  7. ehilà che servizio da te di gran classe... mi è comparsa nella mente un'immagine con te (ti figuro ovviamente come nel tuo avatar...) con cappellino all'inglese, guantini bianchi ricamati e risolino con manina davanti, a prendere il te con altre "signore" (o con bambole e teddy bears! :)
    Nemmeno io amo i dolci troppo dolci, ma adoro le meringhe... quindi apprezzerei alla grande!
    E non pensare mi sia sfuggita la bella zuppa rustica coi rostini di polenta! Scenario totalmente diverso. Ciao eclettica zebrotta...

    RispondiElimina
  8. Che classe, anche nella presentazione dei pasticcini, ma a parte quello possiamo dirti che affonderemmo molto volentieri le mani nel piatto che li contiene, sanno di speciale e di squisitissimo! Anche noi per quanto riguarda i biscotti non amiamo il dolce troppo dolce, preferiamo le note speziate, quelle sì! Ma questi tuoi non li si può chiamare biscotti, sono qualcosa di più!
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. Ti capisco quando dici non stare nella pelle per postare qualcosa e le tue smanie in questo caso sono tutte giustificate. Partiamo dai deliziosi pasticcini che anche presi senza interno te li mangeresti un kilo senza nemmeno accorgertene, passiamo alla nobile crema pasticcera pannosa dell'interno e terminiamo con lo styling della foto. Dove hai trovato quella pinza per dolci fantastica-stupenda-meravigliosa?!?!?!Per non parlare del servizio in porcellana...Complimentoni per tutto il post!!!Un bacione

    ps per la pinza sono seriamente interessata...Se sai dove si può trovare fammi sapere...;-)

    RispondiElimina
  10. Lo so, lo so...la pinza è troppo bella!!!

    L'ho trovata in uno di quei mercatini della roba usata!In un sol colpo ho preso la pinza, un set di cucchiaini di bronzo tutti lavorati che sono una sciccheria, dei bicchierini con il profilo in peltro, un mini stampo in rame e una piccolissima pentolina per polenta monodose (sempre in rame!)!!!

    Quindi se capitate in quei negozi di vecchiumi buttati alla rinfusa dateci un occhio...io passo ogni tanto e la gente vende cose impensabili!!!

    Per la cronaca la pinza l'ho pagata solo 3,50€!!! (<-non ci credevo!)

    Il servizio da tè l'ho trafugato dai miei nonni...ne hanno di bellissimi (vecchie bomboniere, matrimonio, regali vari...etc...) e mi sa che ne vedrete altri all'azione!!!

    Un bacione enorme!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao! Troppo belli questi pasticcini! Particolare la meringa al caffe e perfetta la cremina dolce alla vaniglia! Difficile aspettare fino a questa mattina eh...
    peccato non poterli anche assaggiare, oltre che ammirare!
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Ma porca miseria, ma che cu* che hai avuto...sta pinza è una vera favola.
    Questi dolcetti devono essere una favola, il tocco di caffè con le mandorle poi è veramente oltre ^_^
    Complimenti anche per le foto...sono trooooooppo chic.
    Avrei una domandina...il riposo in frigo a cosa serve?
    Un bacione, elena

    RispondiElimina
  13. Cara Zebrina, complimenti per la ricetta e complimenti doppi per le foto ma.....il sale negli albumi NON si mette!!!!!!!!!! Scusa la nota da "zia" rompiscatole, ma sai, la deformazione professionale ;(
    Un bacio e sempre tutto il mio affetto

    RispondiElimina
  14. Non amo le cose in stile antico, ma per quella pinza farei pazzie.. :-))))

    RispondiElimina
  15. Ma che concentrato di bontà e che bella la pinza... dove l'hai scovata?? scusa, non so nemmeno se si chiama così ;)

    RispondiElimina
  16. Caspiterina che po' po' di presentazione "chic"cosa ^__^ E' una favola quella pinza, compreso il contento :D! Curiosa sta cosa di lasciare a riposo la meringa per una nottata intera. Avrei giurato che si smontasse tutto. Qua invece mi sa che mi smonto (ovvero squaglio) io se continuo a guardare quelle foto!!! Un bacione

    RispondiElimina
  17. cara zebretta ma non solo della domenica! si possono mangaire tutti i giorni :P sono un pò goloso... :D

    RispondiElimina
  18. Eccoli!!!!!Che spettacolo tesoro e che foto mozzafiato!!!! Sono davvero onorata per questa super partecipazione...poi le nocciole per me sono irresistibili!!!!Mamma mia Zebri!!!Grazie grazie!!!Vado ad inserirti nella lista!!!Davvero un ottimo lavoro!!Smack!

    RispondiElimina
  19. Vengo anch'io a bere il the a casa tua......basta che insieme ci sono questi fantastici dolcetti....baci

    RispondiElimina
  20. OHHHHHHHHHHHHH! Grandissima ammirazione per questa tua pasticceria domenicale!!! Bravissima Ale! Un grande bacio e buona settimana! A presto! ^:^

    RispondiElimina
  21. ueeelàààà!!!

    Dunque dunque...

    @ ( ...se vuoi ho anche la bombetta...rosso fuoco :DDDD fa molto British!!! eheheh

    @ Elenuccia...in frigo li ho messi solo dopo averli montati! Il "ripieno" e panna montata e crema e non mi fido a lasciarlo troppo all'aria!

    @ Elenuccia e Fede (se intendevi il riposo di una notte,Ele!) ehmmm boh!?Ho cercato in un po' di ricettine varie (poi ho fatto di testa mia!) e in molte dicevano di far riposare...secondo me perchè si asciuga il composto!Ah, anch'io mi aspettavo si smontassero!E invece si sono "ristrette" e solidificate!Poi però in forno si sono gonfiate di nuovo e anche più di prima diventando leggere e croccantine... io l'interno l'ho lasciato morbido con una cottura sui 10', ma secondo me se le lasci più a lungo (magari abbassando il forno!) diventano duri come meringhette vere e proprie!

    @ Pam...oooooppppsss!Mica lo sapevo!?Correggo subitissimo!!!Mannaggia e io credevo si usasse comunemente per aiutare l'albume a montar meglio!!!Sorry :D (e figurati!Altro che "zia" rompiscatole! Questi consigli sono utilissimi!Soprattutto per chi, come me, non è proprio capacissima ;P)

    @ anto: l'ho trovato in un negozietto di roba usata...per maggiori spiegazioni ho lasciato un commento qualche riga sopra :D

    RispondiElimina
  22. Ma che buoniiiii!!! Ne voglio uno! Ma quindi la consistenza rimane meringosa o biscottosa? La crema all'interno certo è da paura. Bravissima :D
    Buon lunedì (sigh&sob ;) )
    Agnese

    RispondiElimina
  23. Urchi urchi....che meraviglia!!!! Bellissimi i dolcetti e meravigliosi quei piattini e la pinza!!!! Foto divine!
    Buonissima giornata
    Paola

    RispondiElimina
  24. Ciao! ma che belle foto e che delizia di ricetta! Alla prossima

    RispondiElimina
  25. Ciao Zebrina bella.. per me si possono chiamare in qualsiasi modo.. l’importante è divorarli.. sono davvero molto ma molto golosi... un bacio

    RispondiElimina
  26. Che buoni non conoscevo assolutamente questa ricetta grazie , ciao

    RispondiElimina
  27. ohi ohi...me gustano!!!!!
    poi adoro le nocciole...
    quella del sale negli albumi mi è nuova...io l'ho sempre messo!!!! oh bella... :D

    RispondiElimina
  28. @ Ali: eh, infatti, anch'io... poi però ho scoperto perchè non ci va! e' un trucco super scientifico! se ti interessa qui trovi la spiegazione :D
    http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/01/14/miti-culinari-2-il-sale-per-montare-gli-albumi/

    Un grazie speciale alla mia Maestra Pasticcera :DDD sono davvero contenta quando riesco a scoprire nuovi interessantissimi trucchi :DDDD

    RispondiElimina
  29. Che bella foto ! e che dolcetti sciccosi :-)
    Un saluto , chiara

    RispondiElimina
  30. Ma che pasticcini particolari.....
    Un connubio che non ho mai provato ma che conquista al primo sguardo, complice anche la foto...davvero bella. Complimenti...mi piace vedere ricette diverse e originali.
    E la tua lo è senz'altro.
    Complimenti e un bacione

    RispondiElimina
  31. Ah, per i pasticcini sarebbe un altro discorso, eh... Beccata, golosona! ;)
    Che bel set da tè very British style...
    Buona serata!

    RispondiElimina
  32. Ciao tesoro!!! Questi pasticcini nella sua semplicità sono sfiziosissimi!!! Che belle le foto di presentazione...
    Ah ah.. sono andata a vedere il link di Luis Miguel, ma.... fa ancora musica???!!! L'avevo proprio perso di vista... ah, che risate!!!!
    Baci baci,
    Franci

    RispondiElimina
  33. Che meraviglia questo pasticcino! Mi hai fatto venire in mente che mia mamma preparava spesso le meringhe alle nocciole e lo avevo dimenticato..

    RispondiElimina
  34. Elegantissimi questi pasticcini e sicuramente ottimi, la meringa alle nocciole deve essere squisita. Foto meravigliose, un bacione da Simona e Claudia

    RispondiElimina
  35. Belli e buoni, buoni e belli!!! Ma come si fa a farli riposare per una notte?!?! Me li mangerei tutti subito!!
    buona giornata
    Carlotta

    RispondiElimina
  36. Un gâteau magnifique.
    Il est vraiment beau et me plait beaucoup.
    Bonne soirée et à bientôt.

    RispondiElimina
  37. wwwwoooooowwwwwww.... che guduriaaaa!!!
    fantastici questi pasticcini, bravissimaaaa!!!

    RispondiElimina
  38. zebrina questi piccoli e fantastici dolcetti si addicono perfettamente allo spirito pallettoso e micro di cui prima....devo farli quanto prima...sembrano davvero spaziali!!!Un bacio

    RispondiElimina
  39. Zebrettì, ma che foto fai?Sono meravigliose!E i pasticcini sono fantastici!!!Troppi complimenti?Ma te li meriti, guarda.E poi ti lovvo,tiè! :-)

    RispondiElimina
  40. Mamma mia che delizia ci presenti oggi!!! devono esser uno tira l'altro!!! ...lo sai che quel piattino dorato mi ricorda un bellissimo e storico servizio da caffè che ha mia mamma?! ... ogni volta glielo ruberei! :)
    bacioni!

    RispondiElimina
  41. Chiamali pure come vuoi, io intanto ti rubo la ricetta però perchè questi li voglio proprio provare! ;-) Sembran odeliziosissimi...hai creato dei biscotti davevro buoni, brava!

    RispondiElimina
  42. Ma dai, che spettakolo questi dolcetti!!!

    RispondiElimina
  43. Sono eleganti, anche il modo in cui li servi, e al tempo stesso belli caserecci =)

    RispondiElimina
  44. Sorprendenti sia le foto che i pasticcini!
    Un saluto
    Kemi

    RispondiElimina
  45. Ale...da dove incominciamo?
    Allora, prima dalle foto che sono splendide, poi...macheamorediserviziettooooequellapinzaèF-A-V-O-L-O-S-I-S-S-I-M-A!!!! :-D
    mi è piaciuto tantissimo tutto, non so se si è capito...^_^
    Questo dolcino è delizioso, sembra l'antenato del macaron...*_*

    RispondiElimina
  46. deve essere una squisitezza questo pasticcino... quasi quasi li preparo anche io! complimenti,
    Vale

    RispondiElimina
  47. questi pasticcini sono una favola....ne prendo uno! ;D
    Se ti va vieni a trovarmi!
    Un saluto

    RispondiElimina