martedì 25 febbraio 2014

Pizza zucchine e robiola.

Si ha sempre meno tempo di cucinare per bene, di lasciar lievitare le idee assieme all'impasto, di prendersela comoda, sorridere al cielo e vedere buffi disegni tra le forme delle nuvole.
Questa domenica ho voluto andare contro la tendenza di questi ultimi mesi pieni di lavoro e impegni ed ho scelto cibi lenti, freschi e pieni d'amore lasciando al lunedì il precotto e il surgelato. 
Le mie verdure erano fresche, brillanti, un pomodorino diverso dall'altro.
Le farine ragionate*, di grano buono, macinate per bene, non quelle del supermercato, pre-impacchettate e spesso rimaste troppo tempo sugli scaffali per poter conservare intonso il sapore.
E il risultato è stato una domenica piena di amore, di profumi, di abbracci e di spicchi di pizza condivisi con tanto amore.


L'impasto
250g di acqua tiepida 
8g di lievito di birra secco
500g di farina (W 260**)
2 cucchiai d'olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di sale fino



La farcitura
100g di robiola fresca
1 zucchina 
5-6 pomodorini pachino
1 cucchiaio di olio e.v.o.
sale grosso
origano o basilico (meglio se freschi)




Sciogliete il lievito nell'acqua ben tiepida, quindi cominciate a versare la farina poco alla volta mescolando con vigore con la mano cercando di incamerare aria all'impasto ancora semiliquido.
Quando avrete usato metà della farina aggiungete il sale all'impasto, l'olio e poi continuate a versare farina e mescolare fino ad avere un impasto liscio, omogeneo, morbido, ma non appiccicoso e facilmente improntabile con le dita. Continuate quindi ad impastare energicamente comprimendo sul tagliere l'impasto per far sviluppare bene la maglia glutinica, per dar forza all'impasto e aiutare anche la lievitazione.L'impasto deve avere una consistenza setosa, morbida, ma che se provate a lasciarvi sopra un'impronta quasi deve fare resistenza, deve avere un "tono", elasticità.
Mettere la pagnotta in una ciotola, coprire con un piatto o con la pellicola trasparente e lasciar lievitare in frigo per almeno 12/18h.
Finita la lievitazione versate il composto su un tagliere infarinato, e lasciate a temperatura ambiente per circa un'ora. Quindi stendete la pizza con le mani e trasferitela in teglia. Condite con un'emulsione di olio acqua e sale grosso, con la zucchina tagliata sottile, ciuffi di robiola e i pomodorini freschi. Aromatizzate con l'origano e/o il basilico, quindi infornate a 200° per circa 10-15 minuti.




*questa volta ho usato queste farine, arrivate di soppiatto nella mia dispensa e recapitate inaspettatamente fresche fresche circa 2 settimane fa... Di una qualità che rispecchia in pieno la serietà di un marchio famoso in tutto il mondo che non chiede, non si aspetta pubblicità, ma che mi sento in cuor mio di consigliare perchè merita veramente!

6 commenti:

  1. sarà stata così buona che non ne è arrivato neanche un pezzetto a tua sorella.....grrrrrrrr

    RispondiElimina
  2. Buona!le tue foto sono sempre bellissime!

    RispondiElimina
  3. non sopporto la pizza con la salsa di pomodoro e questa fa al caso mio :-)

    RispondiElimina