sabato 1 febbraio 2014

Pickled Radishes: Ravanelli sottaceto. Belli, eh... ma il sapore tutta un'altra cosa!



Son belli, per carità. Che poi non mi piacciano è un altro paio di maniche...



E' che le ricette le vedi sui blog, su Pinterest, su Istagram & Co., ma poi mica le assaggi? Mica sai di cosa sanno finchè non le provi? Ti va di fortuna se quel sapore particolare ti piace... Tipo con il tè matcha, due anni fa se non lo bevevi, non ci facevi i biscotti e non lo mettevi nella minestra non eri fashion. Io l'ho comprato, assaggiato, messo nei biscotti e nella minestra, ma non c'è verso: non lo riesco a buttare giù!
Così il coriandolo. Non trovandolo al supermercato ne ho fatto una coltivazione abusiva in ogni aiuola del terrazzo e cresce più della gramigna! Ora lo devo estirpare tutto perchè il sapore (per me) non è 'sto granchè... anzi... nella zuppa mi sapeva di piedi -.-'

E così è stato (perchè non c'è due senza tre) per i ravanelli sottaceto.
Troppo simpatici, tutti a fettine sottilissime dentro i barattoli, di una preparazione che dire facile è anche un po' ridicolo, colorati, di stagione, scrocchierelli, economici... ce le hanno tutte. Tranne la bontà.
Che poi sia un fatto di gusto personale e magari voi li provate e ve ne innamorate, questo è fuor di dubbio. Nel caso fatemelo sapere, impavidi e coraggiosi, che vi smollo i restanti 7 barattoli che ho in frigo (ma che prestissimo raggiungeranno, ahimè, la pattumiera (perchè sono anche poco furba e una volta che mi lancio in una nuova "ricetta" -chiamarla ricetta è anche un po' eccessivo- ne faccio in grandi quantità, così se mi piace ne ho una scorta. Ecco. E' quando non mi piace che diventa un problema!).





2 mazzolini di ravanelli freschissimi e croccanti, ben lavati e asciugati
3 tazze di aceto (per me di mele)
1 tazza e mezzo di acqua
3 cucchiaini di sale
2 cucchiai di zucchero (per me di canna)
3-4 foglie di alloro
qualche spicchio d'aglio
qualche grano di pepe nero



Tagliate finemente i ravanelli con l'aiuto di una mandolina e disponeteli in vasetti di vetro puliti e asciutti.
Fate bollire l'aceto con l'acqua, il sale, lo zucchero e le spezie.
Una volta che il sale e lo zucchero si saranno sciolti e il composto comincerà a bollire versate il liquido, ancora bollente, sui ravanelli.
Chiudete ermeticamente e lasciate raffreddare, appena freddi potranno essere consumati.



Si conservano in frigo per circa una settimana



5 commenti:

  1. Tu hai un occhio. Una penna. E visioni. Che non ce ne sono poche.
    Non ce ne sono proprio.
    Ed è meraviglioso venire in silenzio a scoprirti.

    Un bacio grande.
    Complimenti (sempre)
    iaia

    RispondiElimina
  2. Beh in effetti questi vasettini hanno un aspetto delizioso. A giudicare dagli ingredienti, dovrebbero essere "nelle mie corde". Amo la verdura sott'aceto. Forse si potrebbe provare con l'aceto balsamico

    RispondiElimina
  3. ahahahahah sei un mito! In effetti sono bellissimi così colorati!
    Ti confesso, anche a me i ravanelli non piacciono...tutti ne vanno matti e io, trovo sappiano di terra!
    Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  4. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina